POR FESR 2014 – 2020

Bando DGR N. 1848 del 14/11/2017 - Azione 1.1.2 "Sostegno per l'acquisto di servizi per l'innovazione

tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese"


La sfida che si intende perseguire è di favorire l’innovazione ed il trasferimento delle conoscenze, nonché di facilitare i processi di brevettazione ed il trasferimento alle imprese dei risultati della ricerca, assicurando, nel contempo, una maggiore tutela degli asset immateriali e una ricaduta positiva nell’ambito del processo di integrazione tra imprese, università, centri di ricerca e centri di trasferimento tecnologico e di conoscenza presenti sul territorio. Con la presente azione si intende incrementare l’attività di ricerca e d’innovazione delle imprese che operano negli ambiti definiti dal documento RIS3 Veneto. Le tipologie di intervento all’interno di questa azione sono mirate a accrescere l’attività di R&I nelle PMI mediante: la tutela degli asset immateriali dell’impresa, sostenendo servizi di gestione degli strumenti di “proprietà intellettuale” quali marchi, portafoglio brevetti, know-how esclusivi, ecc.; il supporto del trasferimento tecnologico (a titolo esemplificativo, servizi per la prototipazione, prove/misure di laboratorio, valutazioni di attendibilità, sostegno ai processi di brevettazione, servizi di tipo tecnico-giuridici sull’ottenimento e l’estensione della brevettazione, ecc.); il supporto dell’innovazione organizzativa tramite up-grading organizzativo tra cui, ad esempio, l’assunzione di figure quali i “temporary manager” o i “broker dell’innovazione” compatibile con i bisogni di innovazione dell’impresa, per lo sviluppo e la realizzazione di idee innovative; l’innovazione strategica, di prodotto, di design, di processo, anche nei processi di generazione di nuove idee di prodotto e servizio, incrementale, o che possa prevedere l’inserimento nei prodotti esistenti di servizi a maggiore valore aggiunto, ecc.; il modello di business dell’impresa, ad esempio, con servizi di crowdsourching, con particolare riferimento ai progetti rischiosi delle PMI. I territori ammissibili ai finanziamenti sono quelli della Regione. I beneficiari sono PMI che svolgeranno progettualità di ricerca e innovazione negli ambiti definiti dal documento RIS3 Veneto.


Il progetto della nostra azienda, nello specifico, mira all’introduzione di nuove e innovative tecniche nel campo della trasformazione alimentare, nello specifico per le macchine da caffè attraverso l’adozione della ISO 16889:2016 e relativa conformità alla direttiva MOCA in materia food contact per prodotti “pronti all’uso”.


L’organizzazione prevede perseguire la sperimentazione su un nuovo prodotto il cui progetto prevede l’adozione della ISO 16889:2016, il rispetto della direttiva MOCA e della regolamentazione comunitaria Regolamento (CE) n. 1935/2004 riguardante i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari e che abroga le direttive 80/590/CEE e 89/109/CE; e il Regolamento (CE) n. 2023/2006 Sulle Buone Pratiche di Fabbricazione (GMP) dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari. L’approccio progettuale prevede un pre assemsnet per mappare le necessità, opportunità e rischi al fine di definire un piano di controllo e convalida ti tipo sperimentale attraverso indagini analitiche specifiche. Le stesse porteranno alla definizione di dichiarazioni e certificati da accompagnare alla produzione delle nuove macchine da caffè in linea con i fabbisogni del mercato.

Al fine di agevolare l’intero percorso, pur non essendo certificata qualità secondo la UNI EN ISO 9001:2015 e food secondo la ISO 22000, l’organizzazione ne ripercorrerà le fasi fondamentali garantendosi la migliora analisi e misura dei risultati attesi. Questo porterà ad offrire un prodotto il cui valore troverà immediato riscontro e riconoscibilità.